In Italia 6 imprese su 10 faticano a trovare specialisti Ict

Pubblicità
Pubblicità

L’anno scorso, quasi 1 impresa su 10 (9,5%) nell’Ue ha riferito di aver assunto o che stava cercando di assumere specialisti in Itc nel 2021 e il 62,8% di queste imprese ha avuto difficoltà a coprire i posti vacanti. In Italia la quota è in linea, poco sopra il 60%.
    Lo spiega Eurostat in un recente rapporto sull’Ict, cioè l’Information and Communication Technologies (le tecnologie dei sistemi integrati di telecomunicazione, i computer, le tecnologie audio-video e relativi software).
    La percentuale di imprese che hanno assunto o tentato di assumere ma hanno incontrato difficoltà è stata sostanzialmente più alta tra le grandi imprese (72,2%). Tuttavia, le quote sono elevate anche tra le medie imprese (63,7%) e le piccole imprese (59,9%).
    Tra i membri dell’Ue che se la passano peggio ci sono Slovenia (78,0%), Repubblica Ceca (77%) e Germania (76,6%).
    Oltre i tre quarti delle imprese che hanno assunto o cercato di assumere specialisti hanno avuto difficoltà a coprire i posti vacanti. Lussemburgo è al 70,9% e i Paesi Bassi (70,4%) seguono da vicino, con una percentuale significativa di imprese che affrontano le stesse difficoltà.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source