In Italia piace la criptovaluta, detenuto oltre 1 miliardo

Pubblicità
Pubblicità

Italia al secondo posto, tra i 10 Paesi europei con il maggior prodotto interno lordo, per numero di Prestatori di servizi relativi all’utilizzo di valuta virtuale e Prestatori di servizi di portafoglio digitale (Vasp).
    È uno degli elementi che emerge dall’analisi che accompagna il report sul primo flusso trimestrale 2023 relativo alle operazioni effettuate dalla clientela che, in base alla legge, i Prestatori devono inviare all’Organismo agenti e mediatori.
    Dal report risulta che alla fine del primo trimestre del 2023 i clienti detenevano oltre un miliardo di euro in criptovalute.
    Complessivamente sono stati trasmessi all’Organismo i dati identificativi e relativi all’operatività in criptovalute di 1.174.914 clienti: di questi il 59% (690.665 clienti) deteneva, all’ultimo giorno del trimestre di riferimento, criptovalute in portafoglio, per un controvalore in euro pari a 1.067.614.570, per un valore medio pari a circa 1.545 euro.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source