Industria: Istat, fatturato gennaio +2,5%, -1,6% su anno

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 23 MAR – A gennaio l’Istat stima che il fatturato dell’industria, al netto dei fattori stagionali, aumenti del 2,5% in termini congiunturali. La crescita è più ampia sul mercato estero (+5,0%), meno marcata su quello interno (+1,2%). Nella media degli ultimi tre mesi l’indice complessivo rimane stabile rispetto ai tre mesi precedenti.
    Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 19 contro i 21 di gennaio 2020), il fatturato totale diminuisce in termini tendenziali dell’1,6%, con cali dell’1,3% sul mercato interno e del 2,2% su quello estero.
    Il dato grezzo evidenzia un calo del fatturato a gennaio del 7,7% rispetto a gennaio 2020, con un -7,2% sul mercato interno e -8% su quello estero. Tutti i raggruppamenti principali di industrie, a gennaio – spiega l’Istat – segnano aumenti su base mensile: +7,8% l’energia, +3,2% i beni intermedi, +1,9% i beni strumentali e +1,4% i beni di consumo.
    L’Istat, come già in precedenza annunciato, fa sapere che a partire dal comunicato stampa di oggi sospende la rilevazione sui nuovi ordinativi e la conseguente diffusione di questa informazione. Ciò – chiarisce l’Istituto di statistica – a seguito di una razionalizzazione della produzione statistica e per le esigenze di contenimento dell’onere sui rispondenti.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source