Infrastrutture:Fontana, sollecitato ministro per opere Anas-Rfi

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 10 NOV – “Ho sollecitato il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, perché a sua volta prenda contatti con Anas e Rfi affinché si realizzino quelle tante infrastrutture progettate e finanziate e non si sa perché non partono”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, presentando l’evento ‘Lombardia 2030’ che si terrà all’Hangar Bicocca di Milano, aperto alle principali menti della Regione per ascoltare suggerimenti e proposte.
    Per quanto riguarda Rfi “nel marzo del 2019 – ha sottolineato Fontana, ricandidato dal centrodestra alle prossime regionali – avevo sottoscritto con l’allora amministratore delegato un accordo in base al quale Rfi avrebbe dovuto investire 14 miliardi di euro sul territorio lombardo nei successivi 7 anni”.
    L’obiettivo è quello di “rinnovare in maniera sostanziale la rete del ferro che, oggi come oggi – ha spiegato – non è compatibile con le nuove esigenze di circolazione e mobilità”.
    Ci sono “una serie di infrastrutture che da anni sono state approvate e finanziate ma che non partono – ha proseguito il governatore – quelle sono le prime per cui ho chiesto al neoministro che si parta e si prendano decisioni”. Si tratta di “infrastrutture importanti che devono essere realizzate per migliorare la qualità della vita dei cittadini”.
    Poi ce ne sono altre “per qui abbiamo presentato i progetti e per le quali attendiamo una risposta. Infine – ha aggiunto Fontana – non dobbiamo dimenticare le infrastrutture legate alla connettività per cui Regione Lombardia ha un contratto in essere con Open Fiber di 500 milioni per la realizzazione della banda ultralarga su tutto il territorio. Progetto – ha concluso Fontana – che purtroppo è un po’ rallentato, anche se abbiamo più volte sollecitato Open Fiber”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source