Innovazione: Angi, 54% giovani pessimista su futuro economia

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 24 NOV – Il 54,2% dei giovani tra 18 e 34 anni è pessimista sul futuro dell’economia italiana e resta alto il livello di difficoltà percepita, dal totale dei 1.500 intervistati, circa la possibilità per i giovani di accedere al credito. Lo segnala l’Osservatorio OpenUp 2021 dell’Angi (Associazione nazionale giovani innovatori). Due le principali difficoltà nel trovare lavoro: la richiesta di un’esperienza minima che i giovani non hanno (la pensa così il 64,8% giovani e il 51,8% del totale intervistati); la scarsa propensione delle aziende ad assumere (51,8% giovani, 56,2% totale campione). Tre gli elementi fondamentali per un’impresa innovativa: investimenti in strumenti, macchinari e tecnologie all’avanguardia; un gruppo dirigenziale giovane; conoscenza degli strumenti digitali. Parte dei dati dell’Osservatorio è stata illustrata durante la presentazione della IV edizione del Premio Angi, che sarà assegnato mercoledì 1 dicembre, presso l’Auditorium del museo dell’Ara Pacis a Roma. 11 le categorie premiate per un totale di 30 progetti di eccellenza del mondo delle imprese e delle startup, che spaziano dalla scienza alla salute, passando per cultura, turismo, mobilità, energia, ambiente, smart city. “Questo premio rappresenta una prestigiosa vetrina, dietro alla quale c’è la nostra mission, lo sforzo quotidiano per dare forza e stimoli ai giovani talenti”, ha dichiarato il presidente dell’Angi, Gabriele Ferrieri. “Il nostro compito – ha proseguito – è quello di farli emergere, attraverso collaborazioni e progetti di alto valore con le istituzioni e con le grandi imprese”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source