Istat: +481mila occupati nel 2023, tasso di disoccupazione giù al 7,7%

Pubblicità
Pubblicità

Nella media del 2023 prosegue la crescita, già registrata nei due anni precedenti, del numero di occupati con un aumento di 481 mila unità (+2,1% in un anno). Lo rileva l’Istat sottolineando che gli occupati in media d’anno sono 23 milioni 580 mila. Il tasso di occupazione di 15-64 anni sale al 61,5% (+1,3 punti percentuali) mentre il tasso di disoccupazione cala al 7,7% (-0,4 punti). I disoccupati calano sotto quota due milioni, a 1 milione 947mila (-81mila unità).

Crescono i posti di lavoro fissi, +493mila

La crescita dell’occupazione nel 2023 interessa soprattutto i dipendenti a tempo indeterminato, con 491 mila unità in più (+3,3%) e gli indipendenti (+62 mila, +1,3%). Risultano invece in calo i dipendenti a termine, con 73 mila unità in meno (-2,4%). Lo rileva l’Istat. Nel quarto trimestre 2023, gli occupati aumentano in termini congiunturali di 144 mila unità a seguito della crescita dei dipendenti a tempo indeterminato (+145 mila, +0,9%) e della sostanziale stabilità dei dipendenti a termine e degli indipendenti. Su base annua nel quarto trimestre l’aumento dell’occupazione ha coinvolto i dipendenti a tempo indeterminato (+509mila, +3,3%) e gli indipendenti (+65mila, +1,3%), ma non i dipendenti a termine che diminuiscono (-40mila, -1,4%).

Nel IV trimestre +533mila occupati sull’anno

Nel quarto trimestre 2023 gli occupati aumentano in termini congiunturali di 144 mila unità (+0,6% rispetto al terzo trimestre 2023). Lo rileva l’Istat. Il tasso di occupazione sale al 61,9% (+0,4 punti) mentre quello di disoccupazione scende al 7,4% (-0,2 punti) e il tasso di inattività 15-64 anni cala al 33,1% (-0,3 punti). L’occupazione nel quarto trimestre cresce anche in termini tendenziali con un aumento di 533 mila unità in un anno ( +2,3%).

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source