Istat: in media 2021 +169mila occupati su 2020

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 11 MAR – Dopo la forte diminuzione del 2020 indotta dagli effetti della pandemia (-724 mila occupati, -3,1% rispetto al 2019), in media 2021 l’occupazione torna a crescere di 169 mila unità (+0,8% rispetto al 2020). Lo rileva l’Istat sottolineando che il tasso di occupazione si attesta in media annua al 58,2% in aumento di 0,8 punti e il tasso di disoccupazione sale al 9,5% (+0,2 punti in un anno). La crescita dell’occupazione ha riguardato soltanto i dipendenti a termine (+280 mila, +10,7%).
    Nel quarto trimestre 2021 si registrano 80 mila occupati in più (+0,4%) rispetto al trimestre precedente e 571mila in più sul quarto trimestre 2020 (+2,6%). Gli occupati nel periodo sono 22 milioni 791mila mentre il tasso di occupazione è al 59,1%. L’input di lavoro, misurato dalle ore lavorate, è cresciuto dello 0,2% sul trimestre precedente e del 6,2% sull’anno.
    Il tasso di disoccupazione nel quarto trimestre è al 9,1%, stabile sul trimestre precedente e in calo di 0,7 punti sullo stesso periodo del 2020. I disoccupati nel periodo sono 2 milioni 277mila, in calo dello 0,3% sul trimestre precedente e del 5,4% sullo stesso periodo del 2020, . (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source