Legali Agnelli, tentativi Margherita infondati e temerari

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – TORINO, 05 AGO – “E’ da circa un quindicennio che Margherita de Pahlen cerca di mettere in discussione gli accordi sulla successione del padre e della madre da lei voluti e sottoscritti nel 2004 e che le hanno procurato beni che, soltanto all’epoca, valevano circa un miliardo e trecento milioni. È proprio nel quadro di tali accordi che Margherita ha deciso di vendere le sue partecipazioni nella Dicembre società semplice, con atto non più reversibile”. Lo affermano fonti legali della famiglia Agnelli in merito a quanto riportato da Panorama e dal Corriere della sera, nel quale si dice che Margherita de Pahlen contesta gli accordi di successione che aveva stipulato con sua madre, Marella Agnelli.
    “I tentativi di Margherita di rimettere in discussione le successioni dei genitori – precisano i legali della famiglia – sono manifestamente infondati e del tutto contrari sia alle volontà paterna e materna, sia agli accordi dalla stessa sottoscritti. Nessuno di essi ha, infatti, mai avuto successo. Queste pretese temerarie, cui si resisterà con fermezza in ogni sede, non sono comunque in alcun modo idonee a mettere in discussione la partecipazione di maggioranza assoluta che John Elkann detiene nella società Dicembre”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source