Manovra: Alitalia; Cub-Trasporti, ridotta Cassa integrazione

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 17 DIC – La manovra economica del Governo prevede la riduzione, nel 2023, dall’80 al 60% della Cassa integrazione straordinaria integrata dal Fondo di solidarietà per i lavoratori Alitalia. E’ previsto nella legge di Bilancio all’art.32. Lo denuncia la Cub-Trasporti che chiede l’eliminazione del provvedimento e il ritorno al lavoro dei circa 8.000 dipendenti Alitalia a cui si applica l’ammortizzatore sociale.
    “E’ un provvedimento grave perché modifica quanto previsto fino a oggi per i lavoratori del comparto aereo – afferma Antonio Amoroso, coordinatore nazionale della Cub-Trasporti -. I lavoratori di terra, i piloti e il personale viaggiante, costretti a non lavorare non per decisione loro, avranno decurtazioni pesanti e gli effetti si potrebbero trascinare anche successivamente nella Naspi, il sussidio di disoccupazione. Più in generale si potrebbe estendere in futuro anche ai lavoratori degli aeroporti”.
    “Questa modifica – conclude Amoroso – viene fatta per evitare che il personale, in particolare di volo, in cassa integrazione guadagni più di quello in servizio in Ita, nata dalle ceneri di Alitalia, i cui stipendi sono stati pesantemente tagliati. Il finanziamento del Fondo di integrazione della Cigs viene al momento dalla fiscalità non bastando i versamenti della tassa sui biglietti”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source