Mobilità dei giovani, arriva in Italia il Sevizio Civile Europeo

Pubblicità
Pubblicità

Al via anche in Italia un nuovo programma di mobilità europea per i giovani, il Servizio Civile Europeo, un programma di mobilità europea che nasce con l’obiettivo di rendere accessibile a tutti i giovani, soprattutto a quelli con minori opportunità, la possibilità di vivere un’esperienza di volontariato in un altro stato membro dell’Unione Europea.

   Promosso dal Collettivo per un Servizio Civile Europeo in partnership con le associazioni Amesci, Scambi Europei, InCo Trento e YMCA Siderno e
con la partecipazione dell’On. Brando Benifei al lancio ufficiale ieri, il programma “mira a diventare il secondo pilastro dell’Erasmus+ insieme al Corpo Europeo di Solidarietà”, come si legge in un comunicato dell’organizzazione. Il Servizio Civile europeo era stato già inaugurato in Francia nel settembre 2020 e recentemente in Romania, Malta e ora anche Italia, e ha coinvolto fino ad ora più di 100 giovani europei e 60 associazioni in tutta Europa.

   “Siamo contenti di poter finalmente inaugurare ufficialmente il Servizio Civile Europeo in Italia, grazie al quale speriamo di poter intercettare anche quei giovani che ancora oggi restano esclusi dal programma di Corpo Europeo di Solidarietà”, ha detto Marinella Linati, Direttrice Italia del Collettivo per un Servizio Civile Europeo. “Il Servizio Civile Europeo crea infatti, quella sinergia tra Servizio Civile e Corpo Europeo di Solidarietà raccomandata dalle istituzioni europee e necessaria a rendere davvero inclusive queste due esperienze di volontariato. Facendo vivere ai giovani coinvolti un’esperienza europea già nel proprio paese d’origine miriamo ad abbattere quelle barriere che spesso impediscono a tanti giovani
di poter vivere l’esperienza di volontariato in un altro paese Ue”.

   Il programma propone infatti ai giovani di svolgere un’esperienza di Servizio Civile nel proprio paese d’origine insieme a ragazzi europei che svolgono allo stesso tempo il volontariato attraverso il Corpo Europeo di Solidarietà, per poi partire verso un altro paese Ue. 

Il Collettivo per un Servizio Civile Europeo, un’associazione gioavnile fondata nel 2018, con il lavoro di un gruppo di circa 50 giovani di 12 diverse nazionalità e un team permanente dedicato al l’implementazione del progetto in tutta Europa ha ottenuto il sostegno del governo francese e il progetto è stato presentato come una priorità durante la Presidenza francese del Consiglio dell’Unione europea da gennaio a giugno 2022.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source