Moda:Sace, Italia terzo esportatore al mondo,900 mld in 2020

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 20 GEN – A livello globale, nel 2020 la moda ha generato un export di quasi 900 miliardi di euro circa i due terzi dei quali di abbigliamento e calzature. Il primo esportatore è la Cina con 316 miliardi di euro di export (circa il 35% del totale), il Vecchio Continente esporta per oltre 237 miliardi di euro e l’Italia è terzo esportatore mondiale (46,6 miliardi nel 2020 nonostante la contrazione per la pandemia). È quanto emerge dal Focus on “Il Fashion tornerà di moda?” elaborato dall’Ufficio Studi di Sace. Da Lombardia, Toscana, Veneto ed Emilia-Romagna, l’80% complessivo delle esportazioni.
    Complessivamente per l’Italia, Svizzera, Francia e Germania si confermano i primi mercati di sbocco, seguiti da Stati Uniti, Regno Unito e Cina. Nel nostro paese l’industria del fashion ricopre un ruolo strategico in termini di valore aggiunto e occupazione generati. Dopo il calo dell’export del settore del 18,5% rispetto al 2019, Sace sottolinea come lo scorso anno abbia rappresentato un anno di recupero benché non completo, anche a causa del forte impatto della pandemia e del protrarsi di alcune criticità. Le imprese si mostrano ottimiste per le prospettive relative al 2022, sulla scia della ripresa attesa in importanti mercati di sbocco e di una maggiore propensione al consumo in un contesto di incertezza relativamente più contenuta rispetto al biennio precedente. A differenza del pre-pandemia, ora il consumatore si mostra sempre più interessato ad articoli d’abbigliamento comodi e sportivi, in linea con i nuovi ritmi di vita. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source