d6e35f5d794402721bf6b238cf8f9f27

Ocse: Pil Italia +4,5% nel 2021 con vaccini, +4,4% nel 2022

Economia
Pubblicità
Pubblicità

d6e35f5d794402721bf6b238cf8f9f27

Il Pil dell’Italia crescerà al 4,5% nel 2021, parallelamente alla campagna di vaccinazione contro il coronavirus e rimarrà sostenuto, al 4,4%, nel 2022: è quanto emerge dalle Prospettive Economiche dell’Ocse presentate oggi a Parigi.
Il Pil dell’Italia dovrebbe tornare ai livelli pre-pandemia del 2019 nella seconda metà del 2022, afferma l’Ocse, precisando che i consumi riprenderanno con la progressiva revoca delle misure restrittive contro il coronavirus. Per l’Ocse, inoltre, gli “elevati” livelli di risparmio registrati attualmente caleranno gradualmente. Nuovi posti di lavoro, soprattutto per le persone poco qualificate, donne e giovani, torneranno solo nel 2022″, precisa l’Ocse. L’organismo internazionale con sede a Parigi prevede un tasso di disoccupazione al 9,8% nel 2021 e al 9,7% nel 2022. Quanto al debito calerà, secondo l’Ocse, dal 159,6% del 2021 al 157,2% del 2022.

In Italia “la pandemia è stata messa sotto controllo grazie alle misure di contenimento” adottate dal governo: è quanto si legge nella scheda dedicata all’Italia delle Prospettive economiche dell’Ocse, presentate oggi a Parigi, in cui il governo viene invitato ora a puntare sulle riforme della pubblica amministrazione in quanto “necessarie per sostenere una maggiore crescita”. “Il governo – ricorda l’organismo internazionale per la cooperazione e lo sviluppo economico – ha di conseguenza allentato le restrizioni, consentendo la riapertura di ristoranti, musei e scuole superiori” e adesso “mira a vaccinare l’80% della popolazione (41,5 milioni di persone) entro il mese di settembre 2021”.

Il Pil dell’Eurozona crescerà del 4,3% nel 2021 per poi aumentare ulteriormente al 4,4% nel 2022. Il Pil mondiale crescerà invece del 5,8% nel 2021 per poi rallentare al +4,4% nel 2022. Per il G20, il dato è rispettivamente del 6,3% e del 4,7% mentre la media dei Paesi Ocse passa dal 5,3% del 2021 al 3,8% del 2022.



Go to Source