Oddo, ‘industria è antropocentrica, cooperazione uomo-macchina’

Pubblicità
Pubblicità

“Da molto tempo assistiamo a un’evoluzione del rapporto tra persone, ambiente e tecnologie.
    Siamo oggi in una fase di cosiddetta industria antropocentrca, che grazie alle macchine riesce a consentire cooperazione tra persone, macchine e ambiente”. Lo ha detto Calogero Oddo, professore associato di Bioingegneria e coordinatore del Neuro-Robotic Touch Lab, Istituto di Biorobotica Scuola Sant’Anna intervenendo al Business Leaders Summit a Milano. “Le trasformazioni tecnologiche – ha aggiunto – vanno a una velocità impressionante. I robot oggi consentono di agire, interagire e cooperare con nu ambiente esterno notevole. Biorobotica significa avere un approccio interdisciplinare alle nuove tecnologie e unire scienza e tecnologia”. Per Oddo ” la macchina non è necessariamente amica o nemica delle persone, ma funziona da abilitatore del lavoro e miglioramento. La robotica del passato non prevedeva la presenza delle persone, il robot diventava sostituto. La robotica di oggi può cooperare con le persone nell’interazione e nella gestione dell’ambiente circostante e può nascere un rapporto nuovo”. Secondo il professore “l’interazione può non andare a scapito delle persone che non hanno raggiunto il più alto livello di formazione”.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source