Oltre livelli pre-Covid, ma non nel turismo. Nel trimestre +2,1%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 28 FEB – Nel quarto trimestre 2021 l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi cresce del 2,1% rispetto al trimestre precedente e l’indice generale grezzo registra un aumento, in termini tendenziali, del 13,6%, secondo i dati Istat. Nella media del 2021 c’è una crescita 14,1%, che porta l’indice a un livello leggermente superiore a quello prepandemico (+0,5% rispetto all’anno 2019). “Tuttavia – si legge nella nota – emerge una marcata differenziazione tra i settori. Si registrano livelli superiori a quelli pre crisi solo per il commercio all’ingrosso (esclusi gli autoveicoli) e per i servizi di informazione e comunicazione, mentre sono ancora inferiori rispetto al livello di fatturato del 2019 quelli delle attività dei servizi di alloggio e ristorazione, delle agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese, del trasporto e magazzinaggio e delle attività professionali, scientifiche e tecniche”.
    Nel quarto trimestre 2021 emerge una diminuzione del fatturato solo per le attività dei servizi di alloggio e ristorazione (-1% rispetto al trimestre precedente). Incrementi si registrano per le agenzie di viaggio e i servizi di supporto alle imprese (+4,7%), per i servizi di informazione e comunicazione (+3,4%), per il commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli (+2,3%), per il trasporto e magazzinaggio (+1,4%) e per le attività professionali, scientifiche e tecniche (+0,8%). Le variazioni tendenziali sono invece positive in tutti i settori, a partire dai servizi di alloggio e ristorazione, con una crescita dell’81,3% dal quarto trimestre 2020. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source