Open Fiber: Macquarie rileva il 40% per 2,12 miliardi

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 05 AGO – Macquarie ha finalizzato l’accordo con Enel per l’acquisizione di una partecipazione del 40% in Open Fiber per 2,12 miliardi di euro. Lo annuncia il Fondo Australiano specializzato in infrastrutture. Per effetto dell’operazione, la cui chiusura è prevista nel 4/o trimestre dopo il via libera della Presidenza del Consiglio e dell’Antitrust Ue, Cdp Equity sarà il primo azionista con il 60%, seguita dal Fondo Australiano. Contestualmente ai contratti di compravendita, Cdp Equity e Macquarie hanno concordato i termini del nuovo Patto parasociale su Open Fiber.
    “Migliorare l’accesso a una banda larga affidabile e ultraveloce – ha commentato il direttore generale del Fondo Jiri Zrust – è fondamentale per consentire alle famiglie e alle imprese italiane di sfruttare le opportunità che una società e un’economia più connesse sono in grado di offrire”. “Non vediamo l’ora di sostenere la realizzazione dell’infrastruttura digitale di nuova generazione in Italia – ha aggiunto – attraverso il nostro investimento in Open Fiber, collaborando con la sua talentuosa forza lavoro e con Cdp Equity per garantire un’infrastruttura di rete di primo livello e di accesso aperto”.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source