Pareti che “respirano” fra premiati per nuove eco-soluzioni

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 15 DIC – Pareti verdi che “respirano” al chiuso, sistemi di monitoraggio che rilevano il benessere animale negli allevamenti, ecopelle ottenuta da sottoprodotti industriali di arance e cactus e ancora, servizi integrati per muoversi in maniera semplice, efficace e veloce in città. Sono alcuni dei progetti vincitori della 17/a edizione del “Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente 2021”, creazioni che mettono insieme innovazione e sostenibilità con benefici misurabili e concreti per la transizione ecologica del Sistema Paese.
    Sei i premiati, uno per ciascuna delle categorie in gara, con un riconoscimento in denaro di 3mila euro e il logo Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente 2021. Oltre cento le candidature al concorso nazionale dedicato all’innovazione ambientale, promosso da Legambiente in partnership con Groupama Assicurazioni e il patrocinio di Commissione europea, Ministero della Transizione Ecologica e Comune di Milano.
    “Quelli premiati sono team per lo più giovani, che si segnalano per originalità, replicabilità e potenzialità di sviluppo dei progetti”, ha spiegato il presidente di Legambiente Stefano Ciafani.
    “Questo premio – ha osservato Pierre Cordier, amministratore delegato e direttore generale di Groupama Assicurazioni – è un’opportunità di impegno concreto a sostegno di un pianeta migliore, al fianco dei giovani e in sinergia con tutti coloro che si impegnano per assicurare un futuro più sostenibile e sicuro”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source