Parità genere: Grant Thornton, più donne a vertici aziende

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 22 FEB – Crescono in Italia le posizioni di Ceo occupate dalle donne nel 2022, aumentate dal 18% del 2021 al 20% di donne ai vertici aziendali, con il 30% nei ruoli nel senior management, in crescita di un punto percentuale rispetto al 2021. A dirlo il rapporto annuale Women in Business curato dal network di consulenza internazionale Grant Thornton.
    Nonostante la crescita nell’ultimo anno il nostro Paese rimane in fondo alle 30 economie mondiali analizzate su questo fattore, mentre è in netto calo la percentuale di aziende senza presenze femminili nel senior management, passata dal 23% al 12%, portando così l’Italia in linea con gli altri paesi europei.
    A livello globale, oltre il 70% delle aziende sta lavorando per creare un ambiente più inclusivo per attrarre e trattenere i talenti femminili, con le donne che detengono il 32% delle posizioni aziendali di comando nel 2022. Nello specifico, il rapporto registra una decrescita a livello globale del numero di Ceo donne (-2%, ora al 24%), mentre presenta un lieve aumento per quello di Cfo donne (+1%, ora al 37%) e di Coo donne (+2%, ora al 24%) così come la percentuale di donne nei ruoli senior più tradizionali passando, come detto, da 31% nel 2021 a 32% nel 2022. “Come evidenzia il Report, l’occupazione femminile nel nostro Paese, seppur in lieve crescita, è carente; l’aumento della presenza di donne che ricoprono posizioni senior è decisamente esiguo. L’impegno nell’accelerare le pari opportunità non è mai stato così importante quanto in questo momento storico. Durante la pandemia, infatti, le difficoltà già presenti nei luoghi di lavoro sono affiorate con più evidenza” ha dichiarato Maria Grazia Apuleo, manager di Bernoni Grant Thornton. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source