Pensioni: si studia rivalutazione al 100% fino a 5 volte il minimo

Pubblicità
Pubblicità

Maggioranza e governo stanno valutando di allentare la stretta sulle rivalutazioni delle pensioni alzando la soglia degli assegni indicizzati al 100% da 4 a 5 volte il minimo. Il tema è stato sul tavolo della riunione del pomeriggio. “Stiamo valutando con attenzione la proposta della Cisl – dice in proposito Alessandro Cattaneo, capogruppo Fi alla Camera – c’è attenzione da parte di tutta la maggioranza”.

    Inoltre per Forza Italia è “imprescindibile” in manovra l’aumento delle pensioni minime a 600 euro dai 75 anni in su e la decontribuzione “di almeno 8 mila euro” sulle assunzioni degli under 35, ha detto il capogruppo di FI in commissione Bilancio, Roberto Pella, spiegando la posizione illustrata in riunione di maggioranza assieme al capogruppo azzurro alla Camera Alessandro Cattaneo, chiarendo che questo è quanto richiesto da Silvio Berlusconi. Il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, ha aggiunto Pella, “si è impegnato a trovare le risorse”. 
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source