Petrolio: Opec+ conferma piano, modesto rialzo produzione

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 31 MAR – L’Opec+, che include anche la Russia, conferma la strategia di aumenti graduali e modesti della produzione di greggio nonostante la forte pressione sui prezzi innescata dall’invasione della Russia in Ucraina. L’Opec e i suoi alleati hanno concordato di incrementare la produzione di petrolio per il mese di maggio solo di 432.000 barili al giorno, attenendosi quindi al piano già prestabilito mesi fa in vista della ripresa post-Covid. La prossima riunione è in programma il 5 maggio.
    E’ stata dunque ignorata la richiesta di Stati Uniti ed Europa di un aumento più corposo dell’output per allentare le turbolenze sul mercato petrolifero. Per l’Organizzazione dei maggiori produttori la tensione non è dovuta ai fondamentali ma a problemi geopolitici e dunque si è deciso di non cambiare rotta e per il mese di maggio e di aumentare la produzione da 400mila barili a soltanto 432mila barili al giorno. Per alcuni analisti e operatori sulla decisione avrebbe influito anche la possibilità che l’amministrazione Biden starebbe valutando di sbloccare circa un milione di barili di petrolio al giorno dalle riserve strategiche Usa. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source