Petrolio: prezzi in rialzo, Brent tocca 80 dollari

Pubblicità
Pubblicità

Forte crescita per i prezzi dell’energia sui mercati.

Le quotazioni del petrolio sono in deciso rialzo sull’onda della forte domanda e del calo delle scorte in uno scenario di aumento generale dell’energia che sta colpendo particolarmente il gas naturale. Il Wti del Texas sale a 76,3 dollari (+1,23%) mentre il Brent avanza a 79.6 (+1,1%) dopo aver toccato gli 80 dollari. Ieri Goldman Sachs ha stimato possibile per il petrolio del Mare del Nord un livello di 90 dollari, visto l’andamento rialzista del mercato. 

In deciso rialzo i futures sui contratti per il gas Naturale sull’onda del balzo dei prezzi dell’energia che sta investendo anche il petrolio a causa dell’aumento della domanda e la riduzione delle scorte. Gli investitori, spiegano sul mercato, prevedono scarsità di forniture in inverno e spingono ulteriormente al rialzo le quotazioni. Negli Usa il future di ottobre è così salito ai massimi dal febbraio a 6,27 dollari con un balzo del 10% dopo essere aumentato dell’11% ieri

Non accenna ad arrestarsi il rally del prezzo del gas naturale. Il contratto TTF, utilizzato dagli operatori come benchmark per il mercato europeo, ha aggiornato il massimo storico toccato questa mattina gli 85 EUR/MWh. Solo un anno fa scambiava intorno ai 10 EUR/MWh
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source