Pil: Confcommercio, a dicembre -0,3%, nel 2021 +6,2%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 16 DIC – “A dicembre il PIL, stando alle nostre stime, dovrebbe proseguire il rallentamento manifestato già a novembre, con una riduzione dello 0,3% congiunturale. Nel confronto annuo la crescita si dovrebbe attestare al 6,7%, dato determinato dal raffronto con un mese in cui nel 2020 il periodo festivo fu connotato da uno stretto lockdown. La suddetta valutazione conferma la stima di una crescita del PIL nel 2021 del 6,2%”. Sono le nuove stime di Confcommercio.
    Per i consumi a novembre prosegue il recupero per il turismo (+93,8%) e il tempo libero (+20,2%), balzo dell’abbigliamento (+36%). L’indice mostra, nel confronto annuo, una variazione dell’11,6%, frutto di una crescita del 46,8% per i servizi e del 2,6% per i beni. Nonostante i recuperi registrati dalla scorsa primavera, la domanda delle famiglie si mantiene però ancora a livelli significativamente più bassi rispetto al 2019. I dati sono condizionati dal raffronto con il periodo del lockdown. Per alcuni segmenti bisognerà attendere fino alla fine del 2022 per tornare su livelli pre-pandemici. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source