Pil: Mediobanca, quest’anno +5,8%, nel 2022 cresce del 4,2%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 03 NOV – Il Pil italiano quest’anno e il prossimo dovrebbe crescere più della media dell’area euro: +5,8% nel 2021 (+0,9% rispetto alle stime di luglio) e +4,2% nel 2022.
    Lo afferma la ricerca dell’Area studi di Mediobanca sulle principali società italiane. Sono comunque “previsioni caratterizzate da un elevato grado di incertezza, poiché dipendono da variabili come l’evoluzione della pandemia, il piano vaccinale e la capacità di impiegare efficacemente le risorse del Pnrr. Sulle speranze di ripresa economica incombono inoltre le tensioni sui prezzi di energia, gas e petrolio e il rialzo dei prezzi delle materie prime”, precisa lo studio.
    Nel 2020 l’insieme delle imprese industriali e dei servizi italiane ha accusato a causa della pandemia Covid un calo del fatturato dell’11,7%, ma per quest’anno l’Area Studi Mediobanca prevede un incremento di circa l’8% e un ulteriore +6,5% nel 2022. “Oltre alle potenzialità del Pnrr, si prevede che il settore manifatturiero possa beneficiare della ripresa della domanda di export nei mercati chiave”, afferma la ricerca dell’Area studi di piazzetta Cuccia, che vede anche il comparto informatico tra quelli trainanti, effettuata sulle principali 2.573 società industriali e di servizi, oltre che su 252 holding, 403 banche e 114 assicurazioni. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source