Pmi: da Terme a teatro subacqueo per battere Covid

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 29 GIU – Una storia di imprenditoria familiare, la storia di una crisi (Covid) che diventa opportunità, una storia che unisce Made in Italy, tecnologia e creatività. E’ tutto racchiuso in 4300 metri cubi d’acqua, alle pendici dei Colli Euganei, nella forma che ha saputo dare all’acqua l’architetto Emanuele Boaretto, uno dei 6 figli del pittore, e fondatore dell’Hotel Millepini , Giuseppe Boaretto, A Montegrotto Terme (Padova) c’è la piscina più profonda del mondo Y-40 The Deep Joy (ipsilon è la forma che prende l’apneista quando scende in profondità), con una temperatura costante tra i 32 e i 34 gradi per tutti i suoi 42,15 metri di altezza. Anche quando è stata realizzata, nel 2014, è stata in qualche modo una risposta a una crisi economica: “Dopo una serie di eventi che hanno colpito l’economia italiana e mondiale – ricorda Emanuele Boaretto – andava a intercettare una nuova nicchia di lavoro andando incontro alle aspirazioni e alle esigenze di un mondo che prima nessuno aveva trattato quello della subacquea e della apnea”. Poi è arrivato il Covid, il mondo si è fermato, almeno quello del turismo e dello sport e i Boaretto, ora alla terza generazione con Giovanni , hanno di nuovo ‘cambiato pelle’. “Questo anno di pandemia ha ridotto totalmente la frequentazione della piscina da parte di atleti o di appassionati dell’apnea e della subacquea, nel frattempo abbiamo lavorato tanto insieme ai filmaker che avevano la possibilità di muoversi e continuare a lavorare, a differenza del mondo dello spettacolo nel suo complesso che ha pagato quanto quello del turismo per il lockdown”. Y -40 è diventata “uno spazio bianco che il mondo del cinema ha occupato con produzioni nuove”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source