Pnrr: Corte Conti, in linea con tempi ma sfida complessa

Pubblicità
Pubblicità

L’attuazione del Pnrr “sta procedendo senza particolari ritardi”, è “in linea coi tempi ma la sfida è complessa”. E’ quanto afferma la Corte dei Conti che ha pubblicato la relazione di avvio dell’attività di controllo sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Si nota che la fitta rete di obiettivi europei e nazionali “assolve a funzioni diverse ma complementari, per assicurare sia il contributo atteso degli attuatori effettivi degli interventi, sia un’efficace collaborazione tra diversi soggetti e livelli di governo. Un dialogo istituzionale che, se non adeguatamente coordinato, potrebbe condizionare il buon esito della misura”.

La Corte dei Conti ritiene che nell’attuazione delle misure previste dal Pnrr sia “da non trascurarsi” il fatto “che la forte crescita delle somme previste da PNRR e PNC si innesta su una spesa in conto capitale fortemente aumentata nella fase pandemica”. Lo si legge nella relazione di avvio dell’attività di controllo sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza in cui sottolinea che “nel bilancio 2022-24 gli stanziamenti restano elevati (85 miliardi nel 2022, per stabilizzarsi tra i 79-80 nel biennio successivo). A tali importi si dovrebbero aggiungere quelli ulteriori attivati con nuovi investimenti dai Piani (22,4 miliardi nel 2022 e rispettivamente 30 e 37 nel biennio successivo)”. Si tratta quindi, secondo la Corte, di “uno sforzo realizzativo notevole, soprattutto perché legato ad una programmazione di risultato molto “vincolata””.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source