Ponte sullo Stretto, Salvini: ‘Daremo al mondo l’opera più green’

Pubblicità
Pubblicità

“Stiamo lavorando per dare non all’Italia ma al mondo l’opera ingegneristica più green, più ecocompatibile di quelle studiate perché si guadagnerebbe in termini di inquinamento tolto, dal mare e dall’aria, con la velocizzazione del collegamento non fra Sicilia e Calabria ma fra Italia, Europa e resto del mondo, in salute e in denaro”. Così il vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, in un video su twitter, parlando del Ponte sullo Stretto sottolineando che “stiamo lavorando giorno e notte con tecnici” e ribadendo che “costa di più non farlo che farlo”. Nel pomeriggio “avrò il primo contatto” con la Commissaria Europea ai Trasporti e alle Infrastrutture, ha aggiunto Salvini.

 “Questo è l’elenco delle 117 opere pubbliche ferme e commissariate in Italia da sbloccare, da accelerare. Ci sono 9 dighe in Sardegna, la metropolitana di Catania, la tangenziale di Mondovì, la tangenziale di Lucca, la ferrovia fra Venezia e Trieste da accelerare, la Vigevano-Malpensa, insomma non mancano le opere da sbloccare”. Lo ha detto il vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, inel video, aggiungendo che “anche ai cittadini saranno chieste segnalazioni su situazioni da sbloccare”.

Intanto martedì 8 novembre è stato fissato un incontro a Roma tra il Vicepremier e Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Matteo Salvini, e i governatori di Calabria e Sicilia, Roberto Occhiuto e Renato Schifani.”L’appuntamento, previsto al dicastero di Porta Pia, sarà l’occasione per discutere soprattutto di Ponte sullo Stretto. Si tratta, com’è noto, di un ambizioso obiettivo del centrodestra. Salvini intende realizzarlo, in piena coerenza con quel programma elettorale premiato da milioni di elettori e che rappresenta la stella polare del Vicepremier e Ministro, in totale condivisione con i partner di governo”.
“Sul tavolo – spiegano fonti vicine a Salvini – anche l’esame di oltre 100 opere pubbliche commissariate in tutta Italia, con l’obiettivo di accelerare i lavori e dare il via anche a nuovi progetti”.
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source