Prezzi guerra: gas +6,9% a 131 euro, freddo minaccia scorte

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 29 NOV – Prezzo del gas in forte rialzo sulla piazza di Amsterdam mentre nel Nord Europa sono attese la prossima settimana temperature sotto la media, secondo le previsioni di Maxar, con il rischio di un’erosione delle scorte accumulate sul Vecchio Continente, dove gli stoccaggi sono ancora pieni al 94%. I prelievi dagli stoccaggi e la minor produzione eolica attesa per questa settimana, affermano gli analisti di Alfa Energy citati da Bloomberg, sostengono le quotazioni del metano, in rialzo dl 6,9% a 131,7 euro al megawattora.
    Sul fronte energetico corre anche il prezzo del petrolio, con il wti che avanza del 2,4% a 79 dollari al barile e il brent che guadagna il 2,7% a 85,5 dollari: a spingere le quotazioni sono le speranze per un allentamento delle politiche restrittive cinesi in materia di Covid e la possibilità di un nuovo taglio alla produzione da parte dell’Opec+. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source