Recovery: Febaf, investimenti privati cruciali per successo

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 20 LUG – Gli investimenti privati saranno cruciali per il successo del Recovery plan ma per far decollare la partnership pubblico-privata, e destinare risorse alla capitalizzazione delle imprese dopo la crisi del Covid, occorrono riforme regolamentari e fiscali come incentivo. E’ quanto è emerso dalla quinta Giornata dell’investitore istituzionale, organizzata oggi da FeBAF in videoconferenza e dedicata al ruolo nell’economia degli intermediari finanziari che investono risorse aggregate e raccolte sul mercato.
    Secondo le prime proiezioni a fine 2020 il patrimonio degli investitori istituzionali in Italia – assicurazioni, fondi, casse, fondazioni – supera i mille miliardi e crescono i depositi delle famiglie per effetto dell’incertezza. “Uno spostamento anche limitato di queste risorse verso il capitale delle imprese permetterebbe di investire in sostenibilità, innovazione, nuova occupazione, progetti di lungo termine” spiega la Febaf. Si tratta di mezzi finanziari che andrebbero ad integrare gli obiettivi e le disponibilità europee del PNRR (Piano di Resilienza e Ripresa). Per il presidente di Febaf Innocenzo Cipolletta “l’investimento ‘paziente’ dei privati è anche un antidoto contro i rischi di una ‘pubblicizzazione dell’economia’, che sarebbe conseguenza di un intervento statale prolungato ed esclusivo”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source