Richemont si compra le calzature Gianvito Rossi

Pubblicità
Pubblicità

Il colosso svizzero del lusso Richemont ha acquisito una partecipazione di controllo della maison italiana di calzature Gianvito Rossi. Secondo quanto si apprende si tratterebbe del 70%. Gianvito Rossi, fondatore, Ceo e direttore creativo dell’omonimo marchio, manterrà una partecipazione nella società e continuerà a coltivare e sviluppare la maison in collaborazione con Richemont. Le calzature di Gianvito Rossi – si legge in un nota – rappresentano la migliore espressione dell’artigianato Made in Italy, sfruttando la lunga tradizione calzaturiera di lusso nel cuore artigianale del distretto di San Mauro e beneficiando di una preziosa eredità familiare, coltivata da generazioni.
    Fondata nel 2006 a San Mauro Pascoli e con sede a Milano, Gianvito Rossi ha come advisor nell’operazione Rothschild. La maison ha registrato nel 2022 un fatturato di 100 milioni e ebitda di 23 milioni. Per il 2023 prevede un ebitda di 30 milioni. La valutazione dovrebbe essere quindi ben superiore ai 100 milioni che sono circolati.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source