Rider: Tridico, contributi evasi e sanzioni per 155 mln

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 29 MAR – L’attività ispettiva a febbraio 2021 della Procura della Repubblica di Milano per le società di food delivery ha evidenziato contributi evasi e sanzioni per oltre 155 milioni per circa 20mila lavoratori coinvolti. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico in una audizione alla Commissione Lavoro del Senato sui lavoratori su piattaforma. Tridico ha affermato che c’è un processo di accertamento su altre piattaforme per circa 10mila altri rider coinvolti. In totale quindi i lavoratori interessati all’attività ispettiva di circa 30mila rider un numero decisamente superiore alle indagine fatte negli anni precedenti.
    “Le società del food delivery in Italia – ha detto Tridico – ancora oggi come prassi contrattualizzano i rider principalmente come lavoratori autonomi occasionali sotto i 5mila euro. Non viene quindi scelta la tipologia di lavoro subordinato, Non ci risultano – dice – lavoratori a parte quelli che abbiamo registrato a seguito delle nostre ispezioni. Alcune aziende avevano dichiarato di voler assumere come subordinati i propri rider, a seguito della sentenza di Milano, ma ad oggi questo non trova riscontro nei nostri archivi. Occorre una indicazione legislativa chiara. Quella giurisprudenziale e le sentenze suggeriscono la via della subordinazione”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source