Rifiuti: raddoppia biodigestore Iren a Cairo, investiti 16 mln

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – GENOVA, 01 OTT – Inaugurato il raddoppio dell’impianto di trattamento dei rifiuti organici di Iren a Cairo Montenotte, in località Ferrania. L’impianto è operativo dal 2016. Il raddoppio è avvenuto con due anni di cantiere e un investimento di 16,6 milioni. Ora la capacità di trattamento è passata da 45 mila a 80 mila tonnellate/anno. L’impianto è dotato di telecontrollo che permette anche una gestione a distanza e rappresenta un esempio di economia circolare in quanto risponde ai tre principi: raccolta differenziata, riciclaggio, valorizzazione delle risorse.
    Attraverso il trattamento della frazione organica dei rifiuti, il biodigestore produrre annualmente 6 milioni di metri cubi di biometano da immettere nella rete Snam, mentre tramite un processo di digestione aerobica il materiale organico viene trasformato in compost di alta qualità. La produzione annua di compost è di 10.000 tonnellate.
    “L’importante investimento che Iren ha destinato all’ampliamento e ammodernamento di questo impianto è la testimonianza concreta di quanto sostenibilità ed economia circolare siano elementi fondanti della mission aziendale”, ha detto l’Ad di Iren Gianni Vittorio Armani. E’ intervenuto, tra gli altri, il governatore Giovanni Toti. “Questo è un impianto strategico per l’intera Liguria: andiamo verso la chiusura del ciclo dei rifiuti. Con questi impianti la Liguria sarà autonoma dal punto di vista dello smaltimento dei rifiuti, senza termovalorizzatori ma utilizzando l’economia circolare” (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source