Rinnovabili: Venturini, i problemi sono burocrazia e nimby

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 31 AGO – Sull’installazione di nuove fonti rinnovabili di energia, in Italia “abbiamo due grossi problemi.
    Uno è la burocrazia: è molto difficile ottenere i permessi.
    Dall’altro c’è la mentalità ‘è bello avere le rinnovabili, ma non costruitele nel mio giardino’. Abbiamo il paradosso che sappiamo cosa dobbiamo fare, ci sono i soldi disponibili, ma non riusciamo ad andare avanti. Se non risolviamo questo paradosso, l’Italia fra un po’ si troverà in difficoltà per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione”. Lo ha detto stamani l’ad di EnelX, Francesco Venturini, a un webinar sulla transizione energetica.
    Sulle fonti pulite, ha aggiunto Venturini, “in Italia abbiamo una parte della medaglia molto positiva, perché produciamo circa un terzo dell’energia da fonti rinnovabili. Abbiamo una lunga storia nelle rinnovabili, grazie all’idroelettrico. Produciamo il 10% di tutta l’energia rinnovabile in Europa. Tutti i Comuni ora hanno un impianto sul loro territorio”. Dall’altra parte, “dobbiamo installare 70 gigawatt di rinnovabili nei prossimi 9 anni, e ne stiamo installando neanche 1 all’anno”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source