Semestre in crescita per Brembo, ricavi sfiorano 2 miliardi

Pubblicità
Pubblicità

Brembo chiude il primo semestre con un utile netto di 167,8 milioni di euro, in crescita del 12,7% rispetto ai 148,9 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.
    I ricavi salgono a 1,95 miliardi, in aumento dell’11,6% rispetto al primo semestre del 2022.
    Il margine operativo lordo (Ebitda) ammonta a 344 milioni, in aumento rispetto ai 305,3 milioni del primo semestre dell’anno scorso. Gli investimenti ammontano a 165,2 milioni. Il gruppo conferma il portafoglio ordini “solido a livello globale anche per i prossimi mesi; salvo mutamenti significativi del contesto macroeconomico e geopolitico”. Brembo conferma per l’anno in corso ricavi in crescita nell’intorno del 10% e margini percentuali in linea con l’anno precedente.
    Nel periodo in esame tutti i segmenti in cui il gruppo opera hanno avuto andamento positivo: il settore auto è in crescita del 12,4%, le applicazioni per motocicli del 3,7%, quelle per veicoli commerciali del 12,6% e le competizioni del 20,6% rispetto al primo semestre 2022.
    L’assemblea degli azionisti ha approvato la proposta di trasferire la sede legale della società nei Paesi Bassi, adottando la forma giuridica di una di società per azioni a responsabilità limitata (naamloze vennootschap) regolata dal diritto olandese. La sede fiscale rimarrà in Italia e le azioni Brembo continueranno a essere quotate sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana.
    “Abbiamo chiuso la prima parte dell’anno con risultati molto positivi, approvati oggi dal consiglio di amministrazione”, afferma il presidente esecutivo di Brembo Matteo Tiraboschi.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source