Spread tra Btp e Bund a 216 punti, rendimento al 4,33%

Pubblicità
Pubblicità

I titoli di Stato restano in tensione dopo il nuovo rialzo dei tassi d’interesse da parte della Bce. Lo spread tra Btp e Bund prosegue a 216 punti, in rialzo rispetto ai 206 punti della chiusura di ieri. In aumento anche il rendimento del decennale italiano che si attesta al 4,33%, in crescita di 20 punti base. Salgono anche i tassi del titolo a dieci della Spagna al 3,28% (+14 punti) e quello della Grecia al 4,36% (+24 punti)..

Europa negativa attende Wall Street, Milano -0,3% – Le Borse europee proseguono in calo, in vista dell’avvio di Wall Street dove i future sono in calo. I mercati temono una recessione economica peggiore delle attese, dopo i rialzi dei tassi d’interesse da parte delle banche centrali per raffreddare la corsa dell’inflazione. Sul fronte valutario l’euro sale a 1,0632 sul dollaro. L’indice d’area stoxx 600 cede l’1%. In flessione Londra e Parigi (-1,1%), Madrid (-1%), Francoforte (-0,4%) e Milano (-0,3%). I listini sono appesantiti dal comparto immobiliare che cede il 3,1%, l’informatica (-1,6%) e le Tlc (-1,4%). Vendite anche sulle utility (-1,3%) e sull’energia (-1,2%), con il prezzo del gas e del petrolio in calo. In rialzo le banche (+0,3%), con gli investitori che vedono maggiori ricavi per effetto dell’aumento dei tassi d’interesse. A Piazza Affari vola Azimut (+6%), dopo l’accordo con Unicredit (+0,6%) sul risparmio gestito. Bene anche Intesa (+1,1%), nel giorno in cui vara la nuova organizzazione del lavoro, e Fineco (+0,7%). In calo le altre banche con Mps e Banco Bpm (-0,3%) e Bper (-0,6%). Contrastate le auto dove Cnh cede lo 0,8%, Stellantis lo 0,7% e Iveco sale dello 0,5%. Nel listino principale scivola Diasorin (-3,8%). In netto calo anche Saipem (-2,1%) e Recordati (-2%). Lo spread tra Btp e Bund prosegue a 214 punti con il rendimento del decennale italiano al 4,31%.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source