Standard Ethics: rating Italia sostenibile, con outlook stabile

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 18 FEB – Il rating assegnato da Standard Ethics (Ser) all’Italia è EE+, cioè “Fully sustainable”, con outlook passato da negativo a stabile dal 13 marzo 2020, anche grazie alla reazione alla pandemia. Lo evidenzia il report annuale del 2021, dal titolo “The Big Picture”. “Nel complesso -secondo il report – ci sono ancora margini di miglioramento per i componenti dell’indice per allinearsi alle linee guida internazionali sulla sostenibilità definite dall’Ocse, dall’Ue e dall’Onu”.
    Standard Ethics misura il livello di sostenibilità di un’azienda o di una nazione attraverso proprio l’allineamento con le strategie e le indicazioni internazionali definite dall’Ue, dall’Onu e dall’Ocse, con una classificazione di nove gradi, che parte dal top, EEE, per scendere fino a F. Lo Se (Standard Ethics) Italian Index è stato lanciato dall’agenzia di rating nel 2014 e ad oggi è composto dalle 40 principali società quotate in Italia, con ultima revisione il 30 settembre 2021.
    Standard Ethics pubblicherà a marzo anche il Food&Beverage Sustainability Italian Benchmarck, che potrà essere utilizzato come riferimento di sostenibilità globale del settore alimentare. “Abbiamo scelto l’Italia – ha spiegato Jacopo Schettini Gherardini, direttore ricerca di Standard Ethics – nonostante in molti casi si tratti di aziende non quotate, perché si tratta comunque di società leader mondiali, dove sul prodotto ci sono cura e attenzione fenomenali. La sostenibilità magari manca in altri ambiti, ma si può migliorare, mentre in Paesi dove i prodotti sono scarsi, i margini lo sono di per sé”.
    Tra gli altri indici in uscita, per l’Italia dall’ultimo trimestre del 2022 ci sarà anche l’analisi delle aziende di medie dimensioni, che comporranno lo Se Mid Italian Index, e a livello globale da marzo lo Se European Football Index, che valuterà i club di calcio. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source