Tabacco: l’Italia è modello europeo nella lotta al contrabbando

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 13 DIC – Nel 2021 l’Italia si è confermata “best practice” a livello europeo per la lotta al contrabbando nel settore del tabacco con un consumo di 1,4 miliardi di sigarette illecite, pari al 2,2% del totale, rispetto a una media europea dell’8,1%. Lo rileva il “1° Rapporto sul commercio illecito nel settore tabacco e E-cig” realizzato da Eurispes, in collaborazione con la Fondazione Osservatorio Agromafie e con il contributo di Philip Morris Italia. Dall’analisi emerge “un calo di 1,2 punti percentuali rispetto al 2020, a fronte di un trend europeo in crescita, nello stesso periodo, di 0,3 punti percentuali”. Lo studio segnala inoltre come “a livello nazionale il mancato gettito legato all’illecito sia stato di 272 milioni di euro, -36% rispetto al 2020, pari a un recupero di circa 100 milioni di euro su base annua”. “Un risultato – si legge – possibile grazie al costante impegno e all’efficacia dell’azione di contrasto e deterrenza svolta dalle forze dell’ordine e dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli”. Il Rapporto è frutto del lavoro svolto dal tavolo M.A.C.I.S.T.E.
    (Monitoraggio Agromafie Contrasto Illecito Settori Tabacchi e E-cig), coordinato dalla Fondazione Osservatorio Agromafie, che ogni anno coinvolge i principali attori del comparto, a livello nazionale, per restituire un quadro esaustivo del fenomeno criminale nel settore del tabacco. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source