Tim si divide in due, Netco e ServCo

Pubblicità
Pubblicità

 Il nuovo piano industriale di Tim al 2024 “avvia un percorso di trasformazione basato sulla creazione di distinte legal entities, netco e servco(consumer, enteprise e Tim brasil), superando il modello di integrazione verticale”. Lo si legge in una nota al termine del cda che ha dato mandato all’amministratore delegato Pietro Labriola di sviluppare il progetto esecutivo di riorganizzazione che verrà presentato entro la semestrale. Già con l’attuale configurazione invece Tim prevede nel triennio “una leggera crescita dei ricavi da servizi e la stabilizzazione dell’ebitda”. 

“Sono convinto che l’evoluzione del Gruppo che abbiamo disegnato rappresenti una discontinuità positiva. Stiamo giocando un ruolo da front-runner nel settore delle Telco e ci aspettiamo che altri seguano il nostro esempio. I progetti che abbiamo intenzione di lanciare per i clienti e quelli previsti dall’Agenda Digitale e dal PNRR richiedono una risposta immediata e forte: con questo nuovo assetto saremo più pronti a rispondere alle sfide e cogliere le opportunità che abbiamo davanti” E’ il commento dell’ad di Tim Pietro Labriola dopo l’ok del cda al suo piano industriale. 
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source