Turismo: Federalberghi, -148 milioni di presenze nel 202

Pubblicità
Pubblicità

Per il turismo anche il 2021 è stato un anno di bilancio in rosso e si tratta del secondo anno di fila con questa tragica realtà. Lo rileva l’osservatorio di Federalberghi i cui dati mostrano che nell’anno appena trascorso sono andate in fumo 148 milioni di presenze turistiche. Per fare un raffronto con il 2019 (l’ultimo anno pre-pandemico), è come se si fosse cancellato un pernottamento su tre. Se guardiamo ai soli turisti stranieri, la perdita diventa di uno su due per un totale di 115 milioni presenze estere perse. 

Nei primi nove mesi del 2021 le presenze dei clienti negli esercizi ricettivi sono in crescita rispetto al 2020 (+22,3%) ma restano ben sotto i livelli del 2019 (-38,4%). Lo rileva l’Istat nel report sul Movimento turistico in Italia. Nel trimestre estivo (luglio-settembre) le presenze turistiche sono state circa 177 milioni (+31% rispetto al 2020) e 29 milioni in meno nel confronto con il 2019 (-14%). I viaggi dei residenti per motivi di lavoro (circa 1,5 milioni) e per vacanza (circa 18 milioni) si attestano ai livelli dei primi nove mesi del 2020, ma rimangono comunque sotto quelli del corrispondente periodo del 2019. 
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source