Ucraina:vendite petrolio russo in panne anche senza sanzioni

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 02 MAR – Le vendite del petrolio russo sono attualmente bloccate o ridotte su molti mercati internazionali anche senza sanzioni formali visto che i compratori rifiutano di acquistarle e le società di navigazione di trasportarle. E’ quanto riferisce Bloomberg che cita diversi casi in cui anche offerte al di sotto delle quotazioni sono andate deserte come nel caso del colosso del trading di petrolio Trafigura che ha tentato di cedere un carico con un prezzo inferiore di 18 dollari a quello sul mercato ma senza ricevere risposte.
    Problemi inoltre, segnala l’agenzia,. si stanno verificando nella movimentazione delle navi petroliere visto che diverse compagnie di navigazione sono in attesa di maggiori dettagli sul quadro delle sanzioni e temono effetti negativi sulla reputazione se accettano il petrolio russo. SI tratta di un problema molto serio per l’export di petrolio di Mosca che si muove per i due terzi via mare ma anche per alcune raffinerie europee. “Circa il 70% del commercio di petrolio russo è congelato” afferma la società di consulenza Energy aspect “la gran parte delle grandi società non tratta il greggio di Mosca e solo poche raffinerie in Europa e società di trading sono ancora sul mercato”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source