Una casa di banconote, Bankitalia studia riciclo biglietti

Pubblicità
Pubblicità

La Banca d’Italia sta studiando la possibilità di riciclare le banconote logore in frammenti, ad esempio nei materiali per l’edilizia.
    Lo rivela il Rapporto ambientale annuale dell’istituto.
    Dal 2023 tutte le banconote logore ritirate sono inviate a impianti di termovalorizzazione, spiega la Banca in un comunicato. Già nel 2022 la percentuale di banconote logore inviate agli inceneritori era poco inferiore al 90 per cento.
    Nel 2022 è stato registrato un incremento delle emissioni di gas serra connesse con il ciclo di vita delle banconote, a causa del maggior quantitativo di materie prime acquistate per far fronte al più alto numero di pezzi da stampare assegnati alla Banca: 807 milioni di banconote, a fronte di 663 milioni nel 2021.
    Per ridurre l’impatto ambientale connesso con la distribuzione del contante dal sito di produzione verso le Filiali, la Banca d’Italia sta procedendo al rinnovo graduale del parco automezzi blindati utilizzati per il trasporto, con modelli in linea con le più recenti direttive europee in materia di emissioni.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source