Unindustria: 400 in assise, ‘ora anche la guerra ma c’è fiducia’

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – Gli industriali del Lazio si sono riuniti lontano dai riflettori, martedì scorso per un confronto a porte chiuse. Erano in quattrocento, ed il clima nelle imprese che ne è emerso è apparso di “fiducia nel futuro, voglia di ripresa”, prevalente sulle preoccupazioni che non possono mancare per nuove pesanti sfide, per la sensazione – ora anche con la guerra in Ucraina – “che sembra non esserci tregua: non si riesce a liberarsi da un’emergenza che se ne sommano altre”.
    E’ la sintesi di Angelo Camilli, il presidente di Unindustria, l’associazione di Confindustria del Lazio, che ha convocato le Assise Generali, riunite martedì. L’ultima volta era stato nel 2017.
    Ancora una insidia, l’invasione russa in Ucraina: “Dobbiamo rispondere in maniera molto ferma: chiaramente questo avrà un costo per l’economia che dobbiamo mettere in conto”, dice il leader degli industriali del Lazio in una conversazione con l’ANSA. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source