Vestager, evitare corsa a sussidi pubblici per i microchip

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – BRUXELLES, 18 NOV – “In considerazione della situazione eccezionale” nel settore dei semiconduttori, “della loro rilevanza e della dipendenza dall’offerta di un numero limitato di imprese in un contesto geopolitico difficile, la Commissione può prevedere l’approvazione di sussidi per colmare potenziali carenze di finanziamento”, in particolare per la creazione di “strutture uniche” europee. Lo annuncia lo stesso esecutivo Ue pubblicando la revisione delle norme Ue sugli aiuti di Stato per renderle più adatte alle sfide del verde e della tecnologia. Gli aiuti, si legge nel documento, “sarebbero soggetti a solide salvaguardie in materia di concorrenza”.
    “Ogni caso” di sussidi pubblici per il settore dei semiconduttori “sarà valutato in modo vigoroso” per “evitare una corsa ai sussidi all’interno dell’Ue e oltre”, ha sottolineato la vice presidente della Commissione europea Margrethe Vestager presentando la revisione delle norme Ue sugli aiuti di Stato.
    Nel settore semiconduttori “l’autosufficienza è un’illusione: quando si pensa alla portata di ciò che serve è chiaro che nessun Paese e nessuna azienda possono farcela da soli, ma non possiamo nemmeno fare affidamento su un Paese o un’azienda soli” ha aggiunto. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source