Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Nervi tesi nel mondo della musica italiana. Tutti amici di tutti? Balle. Il sasso lo scaglia Faso – bassista di Elio e le Storie Tese – contro i Club Dogo. Il pretesto arriva al Festival Giffoni, dove alla band milanese veniva chiesto se Cara Ti Amo, uno dei loro primi e storici successi, fosse una canzone volgare. Certo non una domanda nuova. Ma Faso estrae dal cilindro una risposta – questa sì – nuova: “Un verso come sto lontano dallo stress, fumo un po’ e dopo gioco a Pes è un messaggio che fa schifo al ‘casso’ ed è mille volte più volgare di quello che diciamo noi in Cara ti amo“.

Guerra su twitter – Faso non li cita, ma il riferimento è chiarissimo, lampante: parla di P.e.s., il brano dei Club Dogo dedicato al celebre videogioco di calcio. La sortita non è piaciuta alla band rap, che ha immediatamente replicato con Gué Pequegno, il leader del trio. La risposta viaggia su Twitter: “Elio stai zitto giusto con la piuma in testa in tele puoi stare non vendi più nessuno ti fila hai abbuffato il cazzo rosicone #suca”. Alla frase civile di Faso, insomma, i Club Dogo replicano in modo sgrammaticato, violento e volgare. Gli adepti della band hip hop hanno subito raccolto l’invito del leader, ritwittando lo sproloquio e facendo scattare la “gara all’insulto” nei confronti degli Elii. A loro volta, i fan di Elio e le Storie Tese, sempre su Twitter, hanno cominciato ad insultare Gué Pequegno, che ha trovato il tempo di rispondere (quasi) a tutti loro. Come? Con messaggi di simile levatura: “Allora perché non fai un biglietto per affare inculo?”, oppure (rivolgendosi a una donna): “Tanto non te lo do”. Sic.


pubblicato da Libero Quotidiano

Faso di Elio e le Storie tese contro i Club Dogo: è polemica

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi