Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Governo zoofobo. Non ci sono altri aggettivi per etichettare il provvedimento che il ministro dei Trasporti Passera ha firmato e inviato al Senato per essere approvato. Secondo il “tecnico” i cani sono poco igienici e per questo non possono viaggiare sui treni. Si salverebbero quelli di piccola taglia che sarebbero obbligati a stare dentro una gabbietta per tutta la durata del viaggio. Per tutti gli altri l’unico modo di viaggiare affianco al padrone è quello dell’automobile. Se il provvedimento passerà i nostri amici a quattro zampe non potranno neppure salire sugli Eurostar. “Motivi igienici”, ha spiegato Trenitalia, “si vuole evitare che le cosumazioni, servite al posto, possano venire a contatto con gli animali”. La proposta di legge ha scatenato l’ira degli animalisti. La senatrice radicale Donatella Poretti la butta sullo scherzo: “Ma ministro ha mai preso un treno? Ha mai visto assalti di cani sciolti che mangiano le merendine ai bambini o fanno razzia al vagone ristorante?”. Sicuramente no, ma il provvedimento Passara l’ha firmato. Ci auguriamo solo che non passi in Aula anche perché sarebbela violazione di un diritto fondamentale, la libertà di circolare sul territorio nazionale. Con cane al seguito.


pubblicato da Libero Quotidiano

Governo zoomofobo e cinofobo, Passera vieta i cani sui treni

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi