Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Sei anni di reclusione con rito abberviato. E’ questa la condanna per i sei autori dell’assalto a lblindato dei carabinieri avvenuto il 15 ottobre del 2011, nel corso della manifestazione degli indignati a piazza San Giovanni a Roma. La condanna è arrivata per devastazione e saccheggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale pluriaggravata. Massimo Battistini, gup di Roma, ha inflitto la pena a Davide Rosci, di 30 anni di Teramo, Marco Moscardelli, 33 anni di Giulianova, Mauro Gentile, 37 anni di Teramo, Mirko Tomasetti, 30 anni svizzero di Baden, Massimiliano Zossolo, romano di 28 anni, e Cristian Quatraccioni, 33 anni di Teramo. I sei teppisti erano stati arrestati dalla Digos lo scorso aprile per aver assaltato il blindato dato alle fiamme. I manifestanti aggredirono anche il conducente colpendolo al volto con dei bastoni. La richiesta del pm Simona Marazza era stata di 8 anni. Gli avvocati dei manifestanti hanno contestao lòa sentenza. Per Maria Cristina Gariup: “L’attribuzione agli imputati del delitto di devastazione e saccheggio non è condivisibile. Si tratta di una responsabilità oggettiva della quale manca la prova materiale”. Un altro difensore ha invece commentato: “Le sentenze vanno rispettate, attendiamo le motivazioni per far ricorso ma al momento riteniamo che giustizia non sia stata fatta”


pubblicato da Libero Quotidiano

Scontri Roma, assalto al blindato Sei anni di carcere per i teppisti

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi