25 Aprile a Milano, militanti di estrema destra al Cimitero Maggiore per commemorare i caduti della Repubblica di Salò

Pubblicità
Pubblicità

Una quarantina di militanti di destra, tra cui diversi esponenti di Casapound, senza vessilli, sono arrivati alla spicciolata e si sono radunati questa mattina al Campo X del cimitero Maggiore di Milano per commemorare i caduti della Repubblica di Salò e ha deposto una corona. Il saluto si è svolto prima dell’appuntamento previsto alle 11,30 al vicino campo della Gloria, dove l’Anpi omaggia i caduti durante la Liberazione con l’iniziativa “porta un fiore al partigiano”.

25 Aprile, a Milano la maratona di lettura del Pd sulle storie di Resistenza. E nel Municipio 6 i manifesti di #SenzaLiberazione

Una iniziativa – quella di chiedere a ciascuno di portare un fiore sulla tomba di un partigiano – pensata proprio per “ricordare la Resistenza e scoraggiare – spiegava l’Anpi del Municipio 8 nell’invito – eventuali gruppi neofascisti che potrebbero recarsi al Campo X  per omaggiare i repubblichini e le SS italiane lì sepolti”. E così hanno fatto diverse persone. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, tra i due gruppi (in numeri ridotti per rispettare le norme anti Covid) non ci sono state tensioni.

25 aprile: al cimitero Maggiore la commemorazione dei caduti repubblichini

“Anche oggi festa della Liberazione, nella giornata in cui ringraziamo chi ci ha donato la libertà abbiamo dovuto assistere a un raduno di neofascisti – dichiara Gabriele Mariani – candidato sindaco di Milano in Comune e Civica AmbientaLista – che sono protetti e contigui alla destra istituzionale. C’è ancora tanto bisogno di antifascismo”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source