25 aprile: arcivescovo Milano, ‘memoria è responsabilità da esercitare sempre ‘

Libero Quotidiano News

Condividi:

23 aprile 2020

Milano, 23 apr. (Adnkronos) – “La memoria di quello che è stato, in particolare degli eventi e delle vicende che hanno dato una svolta alla storia di un popolo è una responsabilità che si deve sempre esercitare. E anche in condizioni estreme come quelle che viviamo quest’anno non possiamo sottrarci a questo momento commemorativo, per quanto vissuto in un modo del tutto inusuale e sconcertante e certo anche desolante”. E’ uno dei passaggi dell’intervento dell’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, per la commemorazione dei morti della Resistenza, pronunciato dal campo della Gloria del cimitero Maggiore in occasione del 75esimo anniversario della Liberazione.
“Avevamo iniziato questo anno 2020 celebrando in forma solenne i 75 anni della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, lo scorso 27 gennaio, come episodio significativo capace di rappresentare tutte le grida che si elevano anche oggi per la fine dei soprusi, delle oppressioni tra popoli e nazioni. Queste ricorrenze ci obbligano a ricordare che gesta così esecrabili non smettono di ripetersi nella storia. Anche la nostra nazione si preparava a celebrare in modo solenne un anniversario così significativo, in una città importante come Milano, che ha ricevuto il titolo di capitale della resistenza. La pandemia ha sconvolto tutti i nostri piani”, dice l’arcivescovo.
Eppure questo anniversario consegna come dono il coraggio “di tante persone che hanno creduto così tanto nei valori della libertà, della vita, della coesione sociale, da mettere a repentaglio e da sacrificare le loro stesse esistenze. Questo coraggio che contiene fiducia nel futuro, negli altri, nella capacità delle persone umane di combattere il male e di diffondere la forza dell’amore è proprio quanto ci serve oggi a Milano, il 25 aprile 2020, per affrontare un’altra emergenza”, conclude monsignor Delpini.

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi