Addio a Ezio Audisio principe del Foro torinese fu il legale dei dirigenti Thyssenkrupp

Addio a Ezio Audisio, principe del Foro torinese: fu il legale dei dirigenti Thyssenkrupp

La Republica News
Pubblicità

Lutto negli ambienti giudiziari per la morte dell’avvocato torinese Ezio Audisio. Penalista, 62 anni, a fine ottobre aveva accusato i sintomi del Covid ed era stato ricoverato al Cto, dove le sue condizioni si sono aggravate. Sposato, due figli ancora giovani, Audisio era una persona stimata per la sua signorilità e il suo garbo. “Il Consiglio dell’Ordine piange la scomparsa di un collega esemplare, capace, generoso, elegante nei modi e nell’animo – è il cordoglio espresso da Simona Grabbi, presidente degli avvocati torinesi – Il consiglio lo ringrazia per aver rivestito il ruolo di presidente della commissione di esami di avvocato per anni come molti di coloro che sono diventati avvocati ricordano con stima”.Fra i casi più celebri che ha affrontato nel corso dell’attività spicca, per la particolarità della questione giuridica oltre che per la rilevanza mediatica che aveva avuto, il processo Thyssenkrupp, in cui aveva preso la difesa dell’amministratore delegato Harald Espenhahn. 
“Lo ricordiamo come un penalista raffinato ed una persona di grande spessore umano, che con stile ed eleganza si batteva per la difesa dei diritti dei suoi assistiti – è il messaggio della Camera penale – Da sempre iscritto alla Camera Penale fondata dal suo Maestro Cesare Zaccone e già consigliere del direttivo nel biennio 1996-98 era per tutti noi un punto di riferimento di un certo modo di essere Avvocato. Sarai per sempre un esempio, Caro Ezio”  


Go to Source