Aereo militare precipita vicino all’aeroporto di Trapani, ritrovato il corpo del pilota

Pubblicità
Pubblicità

Un caccia Eurofighter del 37° stormo, di stanza all’aeroporto militare di Trapani Birgi, è precipitato a cinque miglia dalla base mentre stava iniziando la procedura di avvicinamento per atterrare allo scalo trapanese. Il pilota non è stato trovato. L’aereo militare, un Eurofighter Typhoon, un caccia intercettore multiruolo in versione monoposto, si è schiantato alla foce del fiume Birgi a poca distanza dal centro turistico Rocche Draele.

L’allarme è scattato intorno alle 18 e alle 18,05 con un Notam l’aeroporto di Trapani è stato chiuso ai voli civili. Il volo Dat da Pantelleria che doveva atterrare a Birgi dopo le 19 è stato deviato a Palermo. Si è subito levato in volo un elicottero dell’82° reparto Sar per coordinare le ricerche dall’alto mentre sul posto dello schianto si sono subito diretti vigili del fuoco, ambulanze e altri mezzi di soccorso.

Il velivolo si è disintegrato durante l’impatto, con rottami infuocati trovati anche a diverse centinaia di metri di distanza tra loro. L’elicottero HH139 del Centro Search and Rescue di Trapani sorvola l’area dell’impatto, che è stata circoscritta e dove ci sono piccoli focolai generati dai resti dell’aereo in fiamme.

Difficili le operazioni di soccorso a causa delle fiamme che hanno avvolto i resti del velivolo. Non ci sono stati feriti fra i cittadini. Nessuna notizia sulle cause dell’incidente.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source