“Afghanistan, ambasciata Usa avvisò Blinken sul rischio della caduta di Kabul”

Pubblicità
Pubblicità

Anche i diplomatici americani in servizio a Kabul avvisarono un mese fa Washington della rapida avanzata dei talebani e fornirono consigli su come accelerare le evacuazioni. Lo scrive il Wall Street Journal, secondo cui circa una ventina di dirigenti del dipartimento di stato all’ambasciata Usa mandarono un memo interno al segretario di Stato Antony Blinken e ad un altro funzionario per metterli in guardia del potenziale collasso di Kabul poco dopo il termine del 31 agosto per il ritiro delle truppe americane.

Il cable, mandato il 13 luglio attraverso il canale riservato su cui i diplomatici possono esprimere il loro dissenso, avvisava delle rapide conquiste territoriali dei talebani e del conseguente crollo delle forze di sicurezza afghane e offriva raccomandazioni su come mitigare la crisi e rendere più veloci le evacuazioni. Nei giorni scorsi altri media Usa avevano rivelato analoghi moniti da parte dell’intelligence americana.

I documenti confermano che gli Stati Uniti erano a conoscenza della crisi a cui sarebbero andati incontro, ma nonostante questo non si sono fermati.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source