Afghanistan, il 20 agosto Di Maio dovrà riferire al Copasir

Pubblicità
Pubblicità

Il 20 agosto, venerdì, il ministro degli Esteri riferirà al Copasir sulla grave situazione in Afghanistan. E stata fissata per questo venerdì, infatti, l’audizione di Luigi Di Maio al Comitato parlamentare per la sicurezza e, come ha fatto sapere il presidente Adolfo Urso, l’appuntamento con il grillino è fissato per le 11 a Palazzo San Macuto, a Roma. Un’audizione che arriva dopo giorni di polemiche sulle vacanze in Salento del ministro proprio nei giorni della presa di Kabul da parte dei talebani. Un’assenza che Di Maio ha cercato di sminuire affrettandosi poi a tornare a Roma per affrontare la crisi afghana e le questioni legate al rimpatrio degli italiani. Domani alle 14.30, intanto, Di Maio si collegherà dalla Farnesina con la riunione online dei ministri degli Esteri del G7 che affronteranno la questione dell’Afghanistan.

Di Maio, il Salento e Kabul: la crisi balneare del ministro

Questa mattina si è svolta al Copasir l’audizione della direttrice del Dis, Elisabetta Belloni. L’ambasciatrice ha assicurato la prosecuzione del supporto operativo e informativo degli operatori dell’intelligence in Afghanistan, anche per garantire l’evacuazione di coloro che hanno collaborato con la missione italiana e dei loro familiari. Nel corso dell’audizione, ha spiegato Urso, sono stati esaminati cinque punti: la situazione sul campo alla luce dell’improvviso collasso delle istituzioni governative; le “figure chiave” che caratterizzano la nuova leadership talebana; la proiezione internazionale del costituendo Emirato anche in riferimento ai diversi equilibri regionali; le minacce terroristiche e le conseguenze sui flussi migratori e sul traffico internazionale di droga. Infine, il Copasir ha chiesto a Belloni informazioni circa le modalitàdi evacuazione dei nostri connazionali e dei collaboratori afghani e delle loro famiglie.

Afghanistan, arrivato a Fiumicino C130 con 86 afghani. 3 morti a Jalalabad. L’ex presidente Ghani negli Emirati

“Il Comitato ha ringraziato il direttore del Dis per la tempestività nel fornire le informazioni richieste – spiega il presidente Urso – consentendo ai suoi componenti di fare le necessarie valutazioni in tempi congrui con la drammaticità della situazione, nel consueto rispetto della normativa sulla segretezza dei lavori”.

Afghanistan, Salvini ci ripensa: “Corridoi umanitari per donne e bambini, no all’ingresso di migliaia di uomini”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source